Salta al contenuto principale

Divieto di accensione fuochi

Pubblicato Lunedì, 30/12/2019 - 18:22

Il Sindaco, considerato il lungo periodo caratterizzato da assenza di precipitazioni, associato al riposo vegetativo delle colture erbacee e arboree con accumulo al suolo di materiale vegetale in avanzato stato di essicazione;
visto che durante le festività natalizie ed in particolare durante la serata dell’ultimo giorno dell’anno è consuetudine celebrare detto periodo di festività ed eventi particolari con il lancio di petardi, fuochi artificiali, botti di vario genere e attività pirotecniche;
visto il Decreto del Ministero dell’Interno datato 05/08/2008 ed in particolare l’art. 1 “incolumità pubblica e sicurezza urbana”
vista la Legge n. 125 del 24/07/2008 e la Legge n. 94 del 15/07/2009 in materia di sicurezza pubblica;
visto l’art. 54, comma 2 del D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267, che assegna al Sindaco la competenza all’adozione di provvedimenti contingibili e urgenti, al fine di prevenire ed eliminare gravi pericoli che minacciano l’incolumità dei cittadini;

ORDINA

Il divieto assoluto su tutto il territorio comunale, fino alla revoca della presente di:
- Bruciare materiale vegetale proveniente da attività agricole e/o forestali;
- Accendere fuochi, con qualsiasi finalità e l’utilizzo di apparecchiature a fiamma libera e/o elettrici che producano faville, in prossimità di boschi, terreni agricoli, incolti, nonché lungo le strade Comunali, Provinciali e consorziali ricadenti nel territorio comunale;
- Accendere, lanciare e sparare fuochi d’artificio, mortaretti, petardi, bombette e l’esercizio di attività pirotecniche in qualsiasi luogo pubblico o privato;
- Gettare fiammiferi, sigari, sigarette e/o mozziconi in prossimità e/o in presenza di materiale vegetale infiammabile nonché compiere ogni altra attività dalla quale possano scaturire scintille o avere origine fiamme libere con conseguente pericolo di innesco di incendio;
- Sostare e/o parcheggiare autovetture a contatto con l’erba secca o sterpaglie essiccate.

Sono esclusi dalla presente disposizione gli spettacoli pirotecnici programmati per le festività, preventivamente autorizzati dalle Autorità competenti e svolti in condizioni di massima sicurezza.

È revocata ogni precedente ordinanza in merito.

Resta ferma l’applicazione delle sanzioni penali ed amministrative previste da leggi e regolamenti
per le violazioni alle disposizioni della presente ordinanza, che comportano l’applicazione di una
sanzione amministrativa pecuniaria da € 25,00 ad € 500,00.

Comune di Bormio

Via Buon Consiglio, 25
23032 Bormio (SO)
Codice fiscale: 00099580144 P.IVA: 00099580144 
Tel. +39 0342 912211
Fax +39 0342 912201
Codice IPA: c_b089
Codice Univoco: UF3W25
Email: info@comune.bormio.so.it
Pec: bormio@pec.cmav.so.it

Orari

UFFICI COMUNALI
c/o Centro Servizi - Via Don Peccedi, 1 - 23032 Bormio (SO)

Fax  +39/0342 912201 - ufficio protocollo

 

PROGRESSIVA RIAPERTURA DEGLI UFFICI COMUNALI

 

Gli uffici comunali sono aperti di mattina nei giorni da lunedì a venerdì dalle ore 9:00 alle ore 12:00.

L'accesso dell'utenza è limitato a una sola persona per volta per ufficio con invito a non incrociarsi nel percorso che porta all'ufficio di destinazione con altre persone a meno di un metro di distanza.

Tale limitazione sarà regolamentata all'ingresso mediante installazione di una postazione di portineria presidiata dal messo comunale che sarà fornito degli adeguati D.P.I. che provvederà alla preventiva misurazione della temperatura corporea mediante termometro digitale portatile e, nel caso in cui la stessa superi i 37,5 gradi centigradi l'accesso non sarà consentito e la persona invitata a recarsi presso il proprio domicilio e a contattare il proprio medico curante.

L'accesso agli uffici comunali è consentito esclusivamente dall'ingresso al primo piano (accesso dalla via Roma o a lato edificio).

L'ufficio tecnico sito in via Buon Consiglio n. 25, è aperto le mattine dei giorni da lunedì a venerdì dalle ore 11:00 alle ore 12:30

 

torna all'inizio del contenuto